Recensione a Jordan B. Peterson, 12 regole per la vita. Un antidoto al caos

Luca Demontis è dottorando presso la Scuola Internazionale di Alti Studi della Fondazione Collegio San Carlo di​  Modena, dove ha precedentemente conseguito una specializzazione annuale in 'Scienze della Cultura'. S i è laureato in Filosofia all'Università di Siena. Ha trascorso periodi di ricerca presso il Wolfson College dell'Università di Oxford e l'Universidad Autónoma di Madrid. È stato relatore a convegni internazionali in Italia, Austria, Paesi Bassi, Svizzera, Ungheria. Si occupa prevalentemente di teoria e storia del liberalismo moderno e contemporaneo, e in particolare del pensiero di Isaiah Berlin.

Lo straordinario successo mediatico dello psicologo canadese Jordan Peterson è un fenomeno culturale solo apparentemente spiazzante. Intellettuale tra i più influenti del nostro tempo, Peterson vanta un cursus honorum ai vertici delle migliori università nordamericane, e un’inclinazione naturale per la parresia, per il «parlar franco», che ne ha fatto da alcuni anni il bersaglio privilegiato di innumerevoli manifestazioni di protesta da parte dei vari fautori contemporanei del linguaggio «politicamente corretto». In tempi di post–verità, post–filosofia e pensiero debolissimo, Peterson ha elaborato un messaggio forte e coerente, che diffonde e divulga utilizzando i mezzi più efficaci, con il fiuto e il talento di un vero influencer. Avvalendosi di strumenti di comunicazione che generalmente privilegiano l’immediatezza nei tempi e nei contenuti, il canadese semina con pazienza messaggi strutturati, complessi e profondi nel web…

Leggi l’intero articolo in PDF

 108 total views,  2 views today

Condividi questo articolo: